Un supercomputer per risincronizzare il cuore – A supercomputer to re-synchronize the heart

Supercomputers per aiutare i ricercatori a curare anomalie del cuore come il blocco di branca sinistra (BBS).  Una collaborazione tra istituti di punta della ricerca scientifica della Svizzera italiana, vale a dire il Cardiocentro Ticino,  l’Università della Svizzera Italiana (USI) ed il Centro svizzero di calcolo scientifico (CSCS), mostra come la simulazione sia diventata un elemento fondamentale per lo studio e la cura di difetti e malattie del cuore. Ad esempio, le simulazioni permettono di capire  gli effetti che una determinata terapia può avere su un cuore malato.  I supercomputer sono diventati “laboratori virtuali” dove testare diverse terapie su un cuore malato per poi utilizzare la più efficace sul cuore della persona reale. Nella trasmissione radiofonica “Scintelle”,  il professor Angelo Auricchio, responsabile del Laboratorio di elettrofisiologia al Cardiocentro Ticino e presidente della European Heart Rhythm Association, in una lunga chiacchierata con il giornalista Rino Scarcelli sottolinea appunto l’importanza dei supercomputer in campo medico. (Ascolta »)

Supercomputers help researchers cure heart abnormalities such as the so-scalled left bundle branch block (LBBB). A collaboration among  top research institutes of Italian Switzerland, including Cardiocentro Ticino, l’Università della Svizzera Italiana (USI) and the Swiss National Supercomputing Centre (CSCS) demonstrates the benefit of computer simulations in the study and cure of  heart abnormalities and diseases. For instance, simulations help us understand the effects of a specific therapy on the failing heart, and furthermore, supercomputers provide “virtual laboratories” where researchers can extensively test therapies on failing hearts before choosing the optimal one to be used on the heart of a real person. In a radio interview with Rino Scarcelli, broadcast as part of the “Scintille” program, the Director of the Electrophysiology Laboratory at Cardiocentro Ticino and President of the European Heart Rhythm Association, Professor Angelo Auricchio, explicitly stresses the role of supercomputers in medicine. (Listen in Italian only »)

Tags:

Leave a Reply